Non è successo niente. Storia di un equivoco lungo 16 anni

Mi stupii nuovamente dell’incredibile capacità umana di trasformare la realtà nell’immagine dei propri desideri e dei propri ideali. Milan Kundera, Lo scherzo C’è un pensiero che mi ossessiona: ho iniziato a scrutare le cose del mondo e della politica 16 anni fa, all’alba del nuovo millennio, ma ad oggi non so ancora cosa sia e […]

Aleppo, il lugubre capodanno di una sinistra deceduta

Dicembre 2016: attraverso un’orgia di distruzione e morte che non ha precedenti in tempi recenti, Aleppo est è stata letteralmente liquidata. Mentre tra le sue rovine andava in scena l’atto finale di una guerra deliberata contro i civili e i quartieri liberati della parte orientale della città, non controllati dal regime di Assad né dalle […]

Fascisti in cravatta e banalizzazione del male

Questo articolo di George Morris è stato pubblicato su The New Arab. Nonostante non abbia mai usato questo blog per articoli non firmati da me, stavolta ho chiesto all’autore di poter tradurre e pubblicare il pezzo. La ragione è semplice: esso non aggiunge elementi nuovi a quelli su cui ho già scritto diversi articoli noti […]

Referendum, popolo della sinistra, giornalisti e il berretto di Carlo Bovary

Nel corso della campagna referendaria avevo avuto la chiara impressione che il voto stesse assumendo una caratterizzazione di classe, ma avevo evitato di palesare questo sospetto perché sarebbe risultato sconveniente. Non per la dichiarazione in sé, ma per il contesto che si era venuto a creare: un contesto in cui quasi nessuno del popolo di […]

È il malessere sociale che ha travolto la propaganda: la sinistra lo ha capito?

Proviamo a mettere ordine. Nonostante un’incredibile potenza di fuoco in fatto di propaganda, Renzi ha perso e la riforma costituzionale è stata travolta: tiriamo un grande sospiro di sollievo. Non c’è bisogno di aggiungere altro, le cose chiare non hanno bisogno di molte parole. Punto e a capo. Adesso però, e senza voler diminuire la […]

8 punti per sopravvivere al rumore della propaganda. E votare NO

Con questi otto punti illustrerò le mistificazioni di maggior presa diffuse dal governo a favore del suo progetto di riforma costituzionale, nonché ripetute dai sostenitori della stessa e da una campagna mediatica incredibilmente martellante e che nelle ultime ore tocca punte surreali (pagine Fb che promuovono la riforma e che in genere si occupano di tutt’altro). […]

Ci riprovo: referendum, quella semplice verità concreta

Renzi referendum

Ciò che penso della riforma costituzionale (da dove nasce e a quale scopo) nonché del metodo sbagliato attraverso cui la discussione si è sviluppata (discussione formale avulsa dal contesto politico-sociale della riforma, anche a sinistra) e dei rischi che si corrono in questo modo l’ho già scritto qui e qui sul blog. In particolare, ho contestato il […]

E a sinistra, ci saranno orecchie disposte ad ascoltare? No

Minimizzare non serve a niente. La vittoria di Donald Trump è un disastro per le classi popolari e per il mondo del lavoro. Avremo l’occasione di vedere cosa viene fuori quando il neoliberismo agli steroidi si somma a xenofobia, sessismo e suprematismo bianco. E, se abbiamo pensato che le democrazie impregnate di neoliberismo fossero il peggiore […]

Referendum, entrare nel merito non significa parlare solo di norme

Renzi referendum costituzionale riforma

Mi pare ci sia un problema di metodo. Non ho mai avuto passione per quella diffusa tendenza a trattare le questioni muovendosi esclusivamente sul terreno formale. Pertanto mentre ascolto molti dibattere sul referendum costituzionale del prossimo 4 dicembre mi coglie un senso di spaesamento. Nell’affrontare il tema della riforma costituzionale è riduttivo limitarsi a discutere […]

Aleppo brucia e tutto tace. Ci vediamo il prossimo 25 Aprile

Genocidio. Non è Pompei, è Aleppo est. Madre con figli uccisi nel sonno. «Qual è l’alternativa? Chi dovrebbe rimpiazzare Assad se venisse spodestato?». Mah, non saprei: forse qualcuno che non seppellirebbe vivi una madre e i suoi figli? Nella giornata di ieri 200 bombardamenti, 100 morti e altrettanti feriti ad opera di Assad e della […]

Popolo della sinistra, che spettacolo stai dando agli occhi della Storia

Popolo della sinistra, Questa lettera che ho deciso di scriverti nasce da un moto impetuoso di indignazione e sconcerto. Quando ho iniziato a scrivere una delle più antiche città della Terra, abitata ininterrottamente da più di 6000 anni, era stretta in un assedio totale da parte di barbari di diversa provenienza. La città è Aleppo, […]

Brexit, la sinistra disperante quando si parla di Unione Europea

Non credono ai fatti, credono solo a se stessi. Se occorre, tanto peggio per i fatti. Così scriveva Bertold Brecht nella sua bellissima “Lode del dubbio” individuando una delle diverse categorie umane incapaci di praticarlo, il dubbio. Credo non ci sia descrizione più consona per identificare moltissime reazioni provenienti da parte di quel non più […]

Roma, lo sfratto ai Giubbonari e quel tema che a sinistra manca da sempre

[Articolo del 10 aprile 2016] «Siamo pronti a resistere». Nientedimeno! Al circolo PD di Via dei Giubbonari (Roma) si sono montati la testa, dopo che il TAR ha confermato lo sgombero della loro storica sede per morosità e assenza di concessione. Tutto attorno, ai tempi bui dei prefetti al potere, la furia di Tronca non distingue nemmeno […]

Le rivoluzioni arabe esistono: perché le si disprezza?

All’origine delle rivoluzioni arabe Cinque anni dopo la rivoluzione tunisina e l’avvio delle primavere arabe, la Tunisia torna ad incendiarsi: nella città di Kasserine centinaia di giovani diplomati e laureati stanno protestando per il diritto ad un lavoro. Le primavere arabe sono state liquidate dopo troppo poco tempo. Già dopo il primo anno abbiamo ascoltato commentatori pessimisti […]

40 anni dopo: su Pasolini, Mamma Roma e il silenzio degli sconfitti

[Articolo del 4 novembre 2015] La celebrazione di Pasolini a 40 anni dall’omicidio è stata rivoltante. Si può certamente discutere in maniera critica di Pasolini, ma riproponendolo depotenziato e assolutamente rassicurante, collocandolo a metà tra la fine del mondo contadino ed i boccoli romantici dei capelloni, si è riproposta l’immagine propinata dalla cultura dominante che lo […]

La Grecia, la nostra ipocrisia e la solidarietà urgente

È insopportabile l’ipocrisia del coro che si sta levando in queste ore. Di colpo, riviste, opinionisti e commentatori politici (gli esponenti politici latitano ancora), se non sono megafono d’una propaganda di guerra sempre più pervasiva contro la Grecia, si guardano attorno e si chiedono: «Perché finora non abbiamo espresso solidarietà al popolo greco?». Già, perché? […]

In Grecia l’entusiasmo è dovere, in Italia è amnesia

Quando nel 2011 la Grecia veniva sbranata come mai era successo dall’occupazione nazista del paese non ci furono marce, brigate o nemmeno una catena di solidarietà della sinistra in tutta Europa per dare sostegno a quella piazza Syntagma che presto sarebbe stata piegata. Un’aggressione continentale avrebbe richiesto una solidarietà di livello continentale, che non ci […]