Il bambino di Primavalle con i libri in mano

C’è un senso di rassicurante autoassoluzione nella diffusione virale delle immagini che, specie da alcuni anni a questa parte, ritraggono attimi di tragedia sociale, ed è la ragione per la quale confesso di provare una certa insofferenza per questo tipo di muta viralità. Perché un conto è supportare la denuncia con la rappresentazione fotografica della […]

Resistere non può essere la fine della storia

Le urla miserabili che hanno accolto Carola Rackete al suo arrivo sulla terraferma mi hanno lasciato un senso di muto sconcerto. Quel disprezzo sconsiderato, quei morsi di violenza patriarcale sghignazzante non sono più soltanto scorie scaricate sulla tastiera celando scrupolosamente le mani dietro un monitor, ma sentono di poter respirare in mezzo alle parole ammesse. […]

La rivolta morale e ciò che manca

La pacchia, l’Aquarius, la crociera, Regeni, i rom: stiamo assistendo all’inarrestabile ascesa di Matteo Salvini. Era evidente sin da subito che la Lega avrebbe costituito la struttura portante di questo governo. I ministri cinquestelle, formalmente in maggioranza numerica, sono apparsi presto timidi e impacciati di fronte agli scaltri uomini della Lega, navigati nella gestione del […]