Referendum, popolo della sinistra, giornalisti e il berretto di Carlo Bovary

Nel corso della campagna referendaria avevo avuto la chiara impressione che il voto stesse assumendo una caratterizzazione di classe, ma avevo evitato di palesare questo sospetto perché sarebbe risultato sconveniente. Non per la dichiarazione in sé, ma per il contesto che si era venuto a creare: un contesto in cui quasi nessuno del popolo di […]

È il malessere sociale che ha travolto la propaganda: la sinistra lo ha capito?

Proviamo a mettere ordine. Nonostante un’incredibile potenza di fuoco in fatto di propaganda, Renzi ha perso e la riforma costituzionale è stata travolta: tiriamo un grande sospiro di sollievo. Non c’è bisogno di aggiungere altro, le cose chiare non hanno bisogno di molte parole. Punto e a capo. Adesso però, e senza voler diminuire la […]

8 punti per sopravvivere al rumore della propaganda. E votare NO

Con questi otto punti illustrerò le mistificazioni di maggior presa diffuse dal governo a favore del suo progetto di riforma costituzionale, nonché ripetute dai sostenitori della stessa e da una campagna mediatica incredibilmente martellante e che nelle ultime ore tocca punte surreali (pagine Fb che promuovono la riforma e che in genere si occupano di tutt’altro). […]

Ci riprovo: referendum, quella semplice verità concreta

Renzi referendum

Ciò che penso della riforma costituzionale (da dove nasce e a quale scopo) nonché del metodo sbagliato attraverso cui la discussione si è sviluppata (discussione formale avulsa dal contesto politico-sociale della riforma, anche a sinistra) e dei rischi che si corrono in questo modo l’ho già scritto qui e qui sul blog. In particolare, ho contestato il […]

Referendum, entrare nel merito non significa parlare solo di norme

Renzi referendum costituzionale riforma

Mi pare ci sia un problema di metodo. Non ho mai avuto passione per quella diffusa tendenza a trattare le questioni muovendosi esclusivamente sul terreno formale. Pertanto mentre ascolto molti dibattere sul referendum costituzionale del prossimo 4 dicembre mi coglie un senso di spaesamento. Nell’affrontare il tema della riforma costituzionale è riduttivo limitarsi a discutere […]